Nuovi prodotti

Nuovi prodotti
Tutti i nuovi prodotti
Olio essenziale di lavanda: come si usa?

Olio essenziale di lavanda: come si usa?

Per cosa si utilizza l'Olio di Lavanda?

Viste le numerose proprietà di cui è dotato, gli utilizzi dell'olio di lavanda sono molteplici.

Oltre all'impiego nell'ambito dell'aromaterapia come rimedio contro insonnia e agitazione, l'olio di lavanda può essere utilizzato anche in caso di:

  • Punture d'insetti: applicato in purezza - oppure diluito in un po' di gel si aloe - l'olio di lavanda è in grado di dare sollievo da fastidiosi sintomi, come prurito e bruciore, causati dalle punture d'insetti.
  • Acne: aggiungere qualche goccia di olio essenziale a una crema per il viso da applicare sulle zone colpite da acne può essere utile per alleviare il disturbo. Tale azione è imputabile all'attività antimicrobica ascritta all'olio.
  • Forfora: eseguire regolari massaggi del cuoio capelluto con l'olio di lavanda (eventualmente diluito con gel di aloe), oltre ad essere rilassante, può rivelarsi un rimedio molto utile per tenere sotto controllo il problema della forfora. In alternativa, è possibile aggiungere qualche goccia di olio al normale shampoo. L'azione di controllo esercitata nei confronti di questo problema del cuoio capelluto è dovuta alle proprietà antifungine dell'olio.
  • Dolori reumatici e strappi muscolari: l'olio di lavanda - impiegato in lozioni e oli per massaggi - può essere utile non solo per favorire il rilassamento, ma anche per ridurre il dolore e l'infiammazione derivanti da strappi muscolari e reumatismi.
  • Malattie da raffreddamento: impiegato per effettuare dei suffumigi, l'olio essenziale di lavanda è in grado di esercitare un'azione benefica sulle vie respiratorie messe alla prova da raffreddori e influenze.

Lascia un commento